La Mediazione Familiare: il superamento costruttivo della conflittualità


La mediazione familiare fa ingresso nel nostro ordinamento con la Legge n. 285 del 28 agosto 1997 e rappresenta oggi uno strumento che offre ai coniugi una significativa opportunità per promuovere le risorse individuali e sostenere le competenze genitoriali.

Tale approccio interviene nella gestione dei conflitti intrafamiliari che coinvolgono i differenti attori del nucleo parentale, con particolare attenzione alle dinamiche di disaccordo che si verificano nelle relazioni tra coniugi e tra genitore-figlio, allargandosi alle liti tra fratelli, e tra parenti per questioni ereditarie.

La Camera di Mediazione Nazionale, in linea con gli Standard del Forum Europeo di Formazione e Ricerca in Mediazione Familiare, promuove un Corso per Esperto Mediatore Familiare, della durata complessiva di 240 ore, erogato da docenti altamente qualificati che vantano una pluriennale esperienza nella formazione e nella Mediazione Familiare tout court.

L’obiettivo è formare professionisti in materia di mediazione familiare, in grado di operare all’interno di Strutture pubbliche e private, Istituzioni ed Organismi di Mediazione per gestire efficacemente i processi conflittuali che accompagnano separazioni, divorzi e cambiamenti del sistema familiare.