Il Mediatore Civile: una figura proiettata nel futuro


ll decreto legislativo 4 marzo 2010 n.28 ha introdotto l’istituto della mediazione civile e commerciale, quale strumento per giungere alla conciliazione.
Pertanto da marzo 2012 la mediazione deve essere esperita, a pena di improcedibilità, nei casi di controversie relative a: diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di azienda, contratti assicurativi, bancari e finanziari, risarcimento del danno derivante da responsabilità medica, da diffamazione a mezzo stampa o altro mezzo di pubblicità e condominio.

Questo significa che prima di rivolgersi al giudice, se l’oggetto della lite riguarda le materie su indicate, è obbligatorio cercare di dirimere la controversia avvalendosi della nuova figura del Mediatore!

Si stima che siano fra 900.000 e 1.000.000 le liti civili che dovranno “passare” obbligatoriamente per la mediazione.
Con questo importante cambiamento normativo, il Mediatore Civile avrà un ruolo fondamentale nel gestire efficacemente il contenzioso e facilitare l’accordo tra le parti orientandole verso la soluzione ottimale.

Tuttavia per rivestire questo ruolo, è prevista una formazione specifica; i nostri corsi di formazione della durata di 50 ore, sono fra i più qualificanti con circa 1000 professionisti già formati che hanno avuto la possibilità di iscriversi al nostro network e di operare come Mediatore; il corso si rivolge ai laureati in qualsiasi indirizzo, anche con laurea triennale, nonché a tutti gli iscritti a un ordine o collegio professionale.

Per info più dettagliate su date e costi del corso nella Tua città compila il form CONTATTI